Il Museo della Fortezza Spagnola a Porto Santo Stefano

Fortezza spagnola

Entrata della Fortezza spagnola

Per chi entra a Porto Santo Stefano per la prima volta vedere la Fortezza Spagnola, che domina tutto il paese dall’alto, è uno spettacolo senza pari: l’edificio, infatti, appare in tutto il suo imponente splendore appena imboccata la discesa che porta alle soglie del paese.

La Fortezza fu costruita tra la fine del XVI e l’inizio del XVII secolo dagli Spagnoli, in pieno Stato dei Presìdi, nel luogo in cui sorgeva la Torre Santo Stefano, edificata dai Senesi nel corso del XV secolo.

L’intento era quello di intensificare il sistema difensivo costiero del Promontorio di Monte Argentario e di proteggere il piccolo nucleo abitativo che a quel tempo era costituito da poche case e una sorgente di acqua purissima, molto preziosa per le navi che effettuavano brevi soste al riparo delle correnti marine.

fortezza

La Fortezza spagnola vista dal mare

Oggi la Fortezza Spagnola è sede di due mostre permanenti: Memorie Sommerse e Maestri d’Ascia; nel corso dell’anno vengono organizzate anche mostre temporanee, durante le quali artisti di vario genere (pittori, scultori, fotografi) espongono le proprie opere.

bacheche fortezza spagnola

Bacheche all’interno del museo

Memorie sommerse è una mostra che raccoglie numerosi reperti ritrovati nei mari dell’Argentario e della Maremma Toscana, attraverso i quali passavano le antiche rotte delle intense attività commerciali mediterranee. Molto interessante è la ricostruzione di una nave romana con il suo carico di anfore da trasporto nel cortile centrale appena varcata la soglia della Fortezza.

cortile fortezza spagnola

Ricostruzione nave romana

Nelle bacheche, disposte all’interno dei due piani della mostra, sono esposti molti oggetti risalenti in particolar modo alle epoche etrusca, greca e romana: vasellame, monete, ornamenti, suppellettili, strumenti di bordo, strumenti musicali, ami e pesi da rete.

Flauti etruschi fortezza spagnola

Flauti etruschi esposti nel museo

La mostra permanente Maestri d’ascia, invece, è dedicata alla costruzione delle imbarcazioni, forte tradizione in tutto il Promontorio dell’Argentario: qui sono esposti gli strumenti del mestiere e i modelli in scala delle tipiche navi da pesca, da quelle più antiche a quelle più moderne.

Per gli orari di apertura aggiornati consultare questa pagina del sito del Comune di Monte Argentario dedicata al Museo della Fortezza Spagnola.

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...