Amiata, una terra da assaporare

Montegiovi, panorama

Montegiovi, panorama

L’Amiata è anche una terra da assaporare; mentre le piante di olivo caratterizzano il paesaggio collinare amiatino, l’olio d’oliva è un ingrediente immancabile nella cucina del territorio.

 L’olio di oliva, principe dei condimenti, ingrediente prezioso a cui molti paesi, sull’Amiata, intitolano le proprie feste. L”olivastra seggianese’ ha ottenuto premi e risonoscimenti, in ambito nazionale ed internazionale, segno evidente dell’eccellenza di questo prodotto assolutamente ‘made in Amiata‘. 

 

La presenza dell’olivo su un monte, l’Amiata, è quasi una contraddizione di termini per una specie che trova la massima espressione nel mite bacino del Mediteranneo, ma la sfida è vinta dalla varietà Olivastra Seggianese che rende speciale la produzione dell’olio Seggiano tanto da aver ottenuto la DOP nel dicembre 2012.

Pianta di olivo

Pianta di olivo

L’olivastra Seggianese, da cui deriva l’olio omonimo, viene coltivata sul versante grossetano dell’Amiata, ad un’altezza compresa tra i 460 e i 650 mt s.l.m. La diffusione e’ limitata ad alcune zone interne delle province di Grosseto e Siena. Le piante manifestano una elevata resistenza al freddo che ha consentito di resistere alle elevate altitudini e alle basse temperature dell’inverno rispetto alle altre cultivar di olivo tipiche dell’area geografica del centro Italia. L’olio extra vergine ottenuto dalla spremitura delle olive della varieta’ ‘olivastra seggianese’ si può considerare una produzione monovarietale (minimo 85% olivastra seggianese), che presenta caratteristiche organoletiche specifiche.

Frantoio

Frantoio

‘L’olio extravergine di oliva di Seggiano come espressione dell’unicità del territorio, eccellenza nella qualità dei prodotti ed irripetibile trasmissione di saperi’, questa la motivazione del premio Touring che, il 31 gennaio, a Montegiovi, nel Comune di Castel del Piano, è stato consegnato a Oriano Savelli, presidente del Consorzio Olio extravergine di oliva di Seggiano, da parte di Mino Consumi, console provinciale del TCI.

Consegna del premio Touring

Consegna del premio Touring

Il Premio Touring, ideato nel 2000 dal Corpo Consolare toscano del Touring Club Italiano e promosso d’intesa con la Regione Toscana, alla sua XV edizione, è un riconoscimento assegnato annualmente a realtà artistiche, ambientali, produttive, culturali e sociali tipiche della terra di Toscana, che ben ne traducano e rappresentino nel mondo l’immagine di pregio.
L’edizione 2014 è rivolta ai prodotti agricoli e agroalimentari a denominazione protetta, in collaborazione con l’Assessorato all’Agricoltura della Regione Toscana, e al progetto Vetrina Toscana: la rete di ristoranti e botteghe che promuovono i prodotti tipici del territorio.
Delle 26 fra Dop e Igp della Toscana ne sono state prescelte 10, considerate come rappresentative di tutte le altre, per le quali è stato varato un calendario di iniziative che verranno realizzate in tutta la Toscana.

 

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...