La tradizione della Befana in Maremma

befana canzone maremma

La tradizione della Befana in Maremma

La celebrazione dell’Epifania ed i festeggiamenti legati alla figura della Befana sono ancora ben vivi e radicati nelle varie zone della Maremma Toscana.

Tra la sera della viglia ed il giorno dell’Epifania, ovvero tra il 5 ed il 6 gennaio, numerosi eventi e manifestazioni si susseguono in ogni comune del grossetano, fin nelle frazioni e nelle località più piccole ed appartate: grandi e piccini condividono, ciascuno a suo modo, questo momento particolare del calendario, in cui si combinano un po’ tutti gli elementi tipici della tradizione maremmana, ovvero storia, leggenda, canti popolari, usanze locali e volontà di condividere e festeggiare in modo allegro e disincantato.

 

 

 

 

befane in maremma

Befane a Castiglione della Pescaia

Se scorriamo il calendario degli eventi organizzati in provincia di Grosseto (consultabile qui), vediamo che praticamente in ogni piazza è previsto l’arrivo della cara vecchina venuta da lontano lontano, carica di caramelle e dolciumi vari, oltre che delle tradizionali calze da distribuire ai bambini: che sia accompagnata da un asinello, che giunga insieme a musicisti e cantori locali, o che addirittura sia salutata dai fuochi d’artificio, ovunque avrà doni da regalare a chi è stato buono e cenere e carbone per chi invece non lo è stato!

Ecco ad esempio l’arrivo della Befana a Tirli, nel comune di Castiglione della Pescaia:

Particolarmente sentita è la tradizione della Befanata maremmana, diffusa soprattutto nei comuni di Sorano, Manciano e Pitigliano: una antichissima usanza che prende origine dalle questue itineranti di un tempo, per cui nella notte del 5 gennaio uomini e donne mascherati da Befano e Befana fanno il giro dei poderi sparsi nelle campagne suonando, cantando e ballando le musiche della tradizione, in cambio di un bicchiere di vino e di altri omaggi, accompagnati da un seguito sempre più numeroso.

 

Anche nella zona del Monte Amiata quella del Cantar la Befana è una tradizione ancora viva e praticata, con canzoni e rituali che richiamano ed anticipano la gioia scanzonata del Carnevale contrapposta alle privazioni del periodo quaresimale. Come si legge sul sito web dell’Archivio delle Tradizioni Popolari della Maremma Grossetana:

La befana apre le porte al carnevale che rappresenta il momento del divertimento e dell’abbondanza prima dell’avvento della quaresima.

Ed ecco il testo di una canzone che proviene dalle campagne di Roccalbegna:

Bònasera a tutti quanti
questa sera è befania
e col nome di Maria
vi si viene a salutà.

La Befana fa ritorno
dalla parte dell’oriente
co’ ‘na stella rilucente
e ‘n brillante e gelsomin.

La Befana fa ritorno
dalla parte de’ confini
l’addormenta i su’ bambini
e gli cerca da mangia’.

A voialtre ragazzine
v’ha portato un bel mazzetto
ed al fianco un giovanetto
che vi possa consola’.

A voialtri giovanotti
v’ha portato ‘l carnevale
bene bene o male male
vi potete fidanza’.

A voialtre vedovelle
v’ha portato ‘n bel marito
bianco rosso e colorito
sembra un fiore di gioventù.

A voialtre vecchiarelle
v’ha portato l’impernecchia
da ‘na parte la ventresca
da quell’altra il salsiccio’ .

O via dategli qualche cosa
a ‘sta pòra vecchiarella
c’ha ‘na figlia tanto bella
la vorrebbe marita’.

Bònanotte a tutti quanti
la Befana rivà via
e col nome di Maria
si va ‘ letto a riposa’.

Volete sentire come suona? Cliccate qui!

Un’altra tradizione legata all’Epifania si registra a Caldana, nel comune di Gavorrano: si tratta della cosiddetta Stagnata, tipica del pomeriggio della vigilia dell’Epifania, quando i ragazzi del paese giravano per le strade percuotendo con dei bastoni vecchi recipienti di metallo (le stagne appunto) con l’intento di “svegliare la Befana” ed annunciarne il prossimo arrivo.

Qui un approfondimento sulle tradizioni natalizie di Caldana e la preparazione delle stagne, mentre in questo articolo la descrizione della rievocazione dell’antica usanza della Stagnata da parte dei ragazzi.

E voi, come festeggerete la Befana? Ma soprattutto, siete stati buoni o cattivi?

Stagnata Caldana

La rievocazione della Stagnata a Caldana
[via Il Giunco.net]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...