Montorsaio

Montorsaio

Montorsaio

Tra il verde bosco, arroccato su un piccolo colle spesso circondato dalla fitta nebbia mattutina, si nasconde Montorsaio in Maremma Toscana.

Un castello fortificato sin dall’epoca medievale nelle mani di signorotti locali come i Visconti o i senesi Salimbeni che controllavano la valle e il vicino paese di Batignano.

In passato il paese era considerato una postazione strategica per il controllo delle vicine miniere di antimonio e argento cosicché venne presto dotato di un circuito di mura difensive e di un cassero.

Qui, funghi, castagne, selvaggina in abbondanza e punti panoramici, in cui si gode una Maremma da cartolina, rappresentano gli elementi principali di una splendida natura.

Vista su Campagnatico

Vista su Campagnatico

Una visita merita sicuramente la Chiesa di San Cerbone e San Michele che custodisce, sopra l’altare, la copia della Madonna con Bambino di Sano di Pietro, ora al Palazzo Vescovile di Grosseto.

Chiesa di San Cerbone e San Michele

Chiesa di San Cerbone e San Michele

Tra i vicoli stretti le abitazioni sono davvero ben curate, mentre i panni stesi ai fili, le chiavi nella serratura e la legna posta accanto all’entrata delle case fanno sembrare Montorsaio una grande famiglia unita.

Oratorio della Confraternita

Oratorio della Confraternita

Il paese è famoso per il particolarissimo presepe esposto nella piazza medievale della Cisterna durante le festività natalizie.

Cisterna in piazza

Cisterna in piazza

Qui dal 1985 lo scultore Marco di Don Zeno espone le sue state, artigianalmente lavorate in terracotta, che rappresentano fedelmente i cittadini del paese immersi nel verde della Maremma Toscana.

Ecco un video tutto da gustare sul presepe di Montorsaio.

Noi l’anno scorso abbiamo fatto una rapida visita e dobbiamo dire che ci ha molto emozionato!

Per il resoconto della nostra gita domenicale ecco un piccolo riassunto: Presepi in Maremma

Il prezioso lavoro dell’archivio delle Tradizioni Popolari ci ricorda che a Montorsaio il 20 maggio si svolge un pellegrinaggio al convento “La Nave” nei boschi di Monte Leoni, dove San Bernardino da Siena aveva dimorato in preghiera.

Qui si assiste ad una funzione liturgica nella piccola chiesa conventuale e la tradizione vuole che prima di ripartire venga raccolto un piccolo ramoscello dal secolare “Leccio di San Bernardino” quale benedizione.

Per raggiungere Montorsaio occorre percorrere la strada “Senese” che collega Grosseto con Siena ed uscire all’indicazione Montorsaio. Il paese si trova a circa 10 Km da Grosseto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...