Gavorrano e la leggenda della Pia De’ Tolomei

 

Stefano Ussi, La Pia dE Tolomei

Stefano Ussi, La Pia dE Tolomei 

 

Tra le storie e le leggende che abitano la nostra Maremma, quella di Pia De’ Tolomei è senz’altro la più suggestiva e triste.

La storia della nobildonna senese, esiliata in questa terra aspra e qui destinata a morire, ha da sempre animato le fantasie di scrittori, poeti e cantastorie, a partire da Dante Alighieri.

Chi era Pia? Quale fu il suo destino? Perché fu condotta a terminare i suoi giorni nel Castello di Pietra?

 La sua storia è tutta racchiusa in quei pochi celeberrimi versi di Dante nel V Canto del Purgatorio della Divina Commedia:

 

“ ‘Deh, quando tu sarai tornato al mondo,
e riposato della lunga via’,
seguitò il terzo spirito al secondo,
‘Ricorditi di me che sono la Pia:
Siena mi fè; disfecemi Maremma:
salsi colui che ‘nannellata pria
risposando m’avea con la sua gemma’ 
”.

La tragica vicenda si compie nel Castello di Pietra, nelle suggestive campagne gavorranesi. La Pia venne uccisa dal marito facendola cadere dalla finestra del maniero. La tradizione conferma l’episodio indicando come “Salto della Contessa” il dirupo sottostante al Castello, ancora oggi visibile ed oggetto di scavi archeologici.Questa figura di donna corrisponde, secondo la tradizione, a Pia De’ Tolomei, moglie di Nello Pannocchieschi, Signore del Castello di Pietra e del Castello di Gavorrano, colui che la stessa Pia, nei versi danteschi, accusa come responsabile della sua morte.
Secondo alcuni, Nello l’avrebbe fatta uccidere per potersi sposare con Margherita Aldobrandeschi, secondo altri, invece, Nello fece uccidere la moglie perché accecato di gelosia nei confronti dell’infido amico Ghino che la corteggiava.

 

castel di pietra

i ruderi del Castel di pietra

Per rievocare questa vicenda Gavorrano, la seconda domenica di agosto, si divide in due contrade, il centro storico è la contrada dei Pannocchieschi contraddistinta dai colori oro e rosso, mentre la parte nuova del paese appartiene alla contrada dei Tolomei dai colori azzurro e argento.

Tutti gli anni, durante la manifestazione, sfilano circa un centinaio di figuranti del corteo storico vestiti con costumi realizzati sulla base di modelli Medievali.

il corteo storico

il corteo storico

La rievocazione, il cui ingresso è gratuito, ogni anno fa giungere numerosi turisti e, nel recente passato, ha incuriosito addirittura le telecamere di emittenti televisive a livello nazionale come Rai Uno e Tele Monte Carlo.

La rappresentazione teatrale della storia di Pia De’ Tolomei avviene durante la sera e rappresenta il momento culminante e più suggestivo della rievocazione. Al termine la sfortunata Pia viene trascinata da due guardie verso la torre più alta di Gavorrano e dal lì gettata nel vuoto.

Il programma:

La manifestazione si terrà a Gavorrano Domenica 10 Agosto.

Programma della giornata:

ore 16:30 – Apertura del Mercatico dell`artigianato artistico e della creatività;

ore 17:00: parata dei cortei storici

ore 17:30 – ritrovo dei cortei in Piazza Buozzi, lettura del Bando, consegna del Gonfalone da parte del Sindaco di Gavorrano al Capitano del Popolo, presentazione del drappo del Palio dipinto dal pittore Moreno Baldinacci;

ore 18:00 – arrivo della tappa della 40° Marcia Internazionale della Solidarietà “Vita per la Vita”;

ore 19:00 – apertura del ristorante della Contessa nel Giardino dei Tigli;

ore 21:30 – Corteo storico medievale in notturna;

ore 22:00 esibizione degli sbandieratori Città di Firenze;

ore 23:00 – Rappresentazione teatrale della tragisca storia di Pia De` Tolomei e Salto della Contessa.

 

Fonte: proloco di Gavorrano 

Fonte programma: Comune di Gavorrano

Annunci

Un pensiero su “Gavorrano e la leggenda della Pia De’ Tolomei

  1. Pingback: Maremma: sulle tracce della leggenda della Pia dei Tolomei | Turismo in Maremma

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...