Giannutri in estate… isola fruibile, ma attenzione alla regole!

 

Il Golfo degli Spalmatoi

Il Golfo degli Spalmatoi

Giannutri, una delle sette perle dell’Arcipelago Toscano, in estate diventa ancora più bella….. e più protetta!

Due rumorose colonie di Gabbiano reale mediterraneo scelgono ogni anno quest’isola piccola e selvaggia per nidificare; insieme a loro, negli anfratti più nascosti dell’isola, nidificano anche le Berte maggiori, uccelli simili a gabbiani ma parenti prossimi ai grandi Albatros oceanici.
La presenza dell’uomo sull’isola o di animali domestici nei pressi delle colonie, può disturbare la cova e causare l’abbandono dei nidi.

Per questo motivo l’Isola di Giannutri nel periodo estivo (dal 26 maggio al 12 ottobre) è maggiormente tutelata e accessibile, in determinate zone, soltanto con una Guida Ambientale autorizzata dall’Ente Parco…


Ma vediamo in dettaglio cosa si può e non si può fare sull’isola in questo periodo di tutela speciale..
L’isola di Giannutri è raggiungibile con traghetti di linea che partono da Porto Santo Stefano o con imbarcazioni private da Castiglione della Pescaia, Talamone e Argentario. Gli unici due attracchi dell’Isola sono Cala Maestra e Cala Spalmatoio, anfratti naturali che permettono anche l’accesso diretto al mare.

Cala Maestra, sullo sfondo l'Isola del Giglio

Cala Maestra, sullo sfondo l’Isola del Giglio

Sull’isola non ci sono né spiagge né stabilimenti balneari, soltanto scogli e acque cristalline nelle quali è possibile rinfrescarsi tra i resti dei porti romani delle due cale.

Non ci sono strade asfaltate e neanche mezzi pubblici; i due punti di balneazione (Cala Maestra e Cala Spalmatoio) sono raggiungibili a piedi e distano 10-15 minuti l’una dall’altra; la strada bianca che le collega, denominata “corridoio”, è liberamente percorribile dai visitatori, senza obbligo di accompagnamento.

Mappa di Giannutri - www.isleparks.it

Mappa di Giannutri – http://www.islepark.it

Per visitare l’area protetta, quella cioè a nord ed a sud dal suddetto “corridoio”dal 26 maggio al 12 ottobre, è obbligatorio:

  • essere accompagnati da una Guida Ambientale autorizzata dal Parco,
  • essere un piccolo gruppo di persone (massimo 25, inclusi i bambini),
  • acquistare (tramite la Guida) un ticket di ingresso (€ 3,00 per ogni visitatore esclusi i portatori di handicap ed i bambini fino al compimento del 10° anno di età).

Colonia di Gabbiano reale mediterraneo

In via sperimentale l’accesso alle zone di protezione è comunque consentito ai residenti sull’isola di Giannutri, ai proprietari di abitazioni, affittuari e ospiti delle strutture ricettive presenti sull’isola previo rilascio di apposito pass numerato rilasciato dal Parco. È importante sapere che sull’isola non sono presenti stabilmente Guide Ambientali, pertanto gli interessati alle visite guidate devono contattare una guida disponibile ad accompagnarli (link all’elenco guide autorizzate dal parco su Giannutri), o informarsi presso la compagnia di navigazione prescelta se a bordo è presente il servizio guida.
Anche a mare sono presenti delle zone di tutela per la conservazione delle specie marine, in particolare a nord ed a sud dell’isola si individuano le zone 1, dove sono vietati l’accesso, la navigazione, la sosta, l’ancoraggio, la pesca e l’immersione e la zona 2 nella quale la pesca è regolamentata dall’Ente Parco.

Nelle Cale Maestra e Spalmatoio, dedicate all’attracco, non ci sono regolamentazioni ed è possibile la balneazione negli appositi spazi segnalati dalle boe.

Attenzione ai cartelli!

Attenzione ai cartelli!

Per preservare la bellezza e le naturalità dell’isola è necessario rispettare alcune semplici regole valide per tutte le aree protette; sull’intero territorio del Parco è quindi vietato:

  • accendere fuochi,
  • fare il fuoristrada sui sentieri,
  • cacciare,
  • raccogliere fiori o danneggiare le piante,
  • raccogliere minerali,
  • abbandonare rifiuti,
  • fare campeggio libero,
  • disturbare gli animali,
  • abbandonare i sentieri segnalati,
  • lasciare liberi gli animali domestici,
  • entrare nelle aree protette marine o terrestri

Ricordiamo inoltre che il sito archeologico della Villa Romana non è (purtroppo) visitabile, come da disposizioni della Soprintendenza dei Beni Archeologici della Toscana.
Per maggiori informazioni sul Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, visitate il sito:

www.islepark.it

Annunci

2 pensieri su “Giannutri in estate… isola fruibile, ma attenzione alla regole!

  1. Pingback: Escursioni all’Isola di Giannutri | Turismo in Maremma
  2. Pingback: Isola del Giglio, un gioiello di granito | Turismo in Maremma

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...