Maremma, che buio!

Hale-Bopp foto via: www.meteoweb.eu

Hale-Bopp
foto via: http://www.meteoweb.eu

Ricordo di essere salita col mio babbo sul tetto a terrazza di casa mia per vedere Hale-Bopp, la grande cometa del 1997.

Ricordo di aver camminato da bambina nel buio pesto, per mano al mio migliore amico, sulla strada sterrata che collegava le nostre abitazioni vicine, tenendoci rasenti al muro laterale perché dall’altro lato, senza staccionata, si rischiava di “volare di sotto”.

Ricordo che verso i sedici anni, col gruppo degli amici, d’estate ci sdraiavamo in mezzo ad una strada un po’ periferica del paese a vedere le stelle cadenti. Raramente arrivava una macchina e, allora, tutti ci alzavamo e la lasciavamo passare; una delle mie amiche che diceva “Le stelle cadenti so’ come i funghi, le vedi solo se stai zitto”. Sarà stato vero?

Ricordo che in Maremma c’è sempre stato un cielo notturno strepitoso e io ho spesso pensato a coloro che, vivendo nelle grandi città illuminate al neon, si perdono questo spettacolo di milioni di stelle, che basta alzare la testa per restare coinvolti in tale profondità.

Cielo Stellato. Foto via: www.arcobalenodestate.it

Cielo Stellato.
Foto via: http://www.arcobalenodestate.it

In effetti in Maremma c’è un orizzonte molto ampio e il territorio è vasto e poco popolato: chilometri e chilometri di boschi e di campi, poi un paesino minuscolo o qualche cittadina costiera: insomma, dopo il tramonto c’è proprio un gran buio.
La luna è il lampione più potente nei nostri paesi e ci aiuta a trovare il buco della serratura; certe notti potrebbe sostituire addirittura i fari. Il manto stellato fa parte integrante dei paesaggi maremmani.

Italia di notte vista dallo spazio. Foto via: www.focus.it

Italia di notte vista dallo spazio.
Foto via: http://www.focus.it

L’oscurità dei nostri cieli è un bene prezioso, da difendere dall’inquinamento luminoso. A questo scopo è nata, e in Maremma è piuttosto attiva, l’attività della buiometria, cioè la raccolta di dati sull’inquinamento luminoso e, in particolare, la buiometria partecipativa, che coinvolge, oltre agli esperti, persone semplicemente interessate e “non addette ai lavori”, per sensibilizzare la popolazione anche su questo aspetto di tutela ambientale. Per il momento, la Maremma risulta essere uno dei luoghi con la miglior qualità del buio in Italia.

http://www.pibinko.org

L’osservazione del cielo notturno, comunque, è sempre stata oggetto di curiosità e di studi, fin dal principio dei tempi, condizionando in modo più o meno scientifico usanze e comportamenti della popolazione, che ha dato vita, nel tempo, a luoghi dedicati e proverbi: “Cerchio lontano acqua vicina, cerchio vicino acqua lontana” (in riferimento all’alone della luna).

Vicolo della Luna, Roccastrada. Foto via: Roccastradini Nel Mondo

Vicolo della Luna, Roccastrada.
Foto via: Roccastradini Nel Mondo (https://www.facebook.com/roccastradini.mondo?fref=ts)

Il più antico osservatorio astronomico della Maremma è invece, probabilmente, il sito megalitico di Poggio Rota (Pitigliano), del III millennio a.C., costruito in allineamento con gli spostamenti del sole e della luna in base a solstizi e lunistizi.

Sito megalito di Poggio Rota, Pitigliano. Foto via: blog.libero.it

Sito megalito di Poggio Rota, Pitigliano.
Foto via: blog.libero.it

Per gli appassionati di astronomia, in Maremma troverete anche un Osservatorio Astronomico, nei pressi di Roselle (Grosseto), in cui vengono organizzati diversi eventi.

http://web.comune.grosseto.it/comune/index.php?id=228&tx_ttnews[tt_news]=6029&cHash=d7b57bfa0b

Detto questo, non abbiate più paura del buio e scoprite The Dark Side of .. Maremma!

Annunci

Un pensiero su “Maremma, che buio!

  1. Interessante il dossier di Focus che nell’ultimo numero fa il punto su una futura missione su Marte: sapevate che Marte ha un terzo della gravità terrestre, che la temperatura media è di circa –60 °C e che le radiazioni assorbite durante il viaggio corrispondono a una Tac ogni 6 giorni?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...