A Talamone: l’Acquario della Laguna di Orbetello

Imbarcazione per la pesca in laguna, esposta all'Acquario

Imbarcazione per la pesca in laguna, esposta all’Acquario

Le zone umide costiere sono una risorsa importantissima per la maremma, a livello storico, naturalistico ed economico.

In occasione della Giornata Internazionale delle Zone Umide, svoltasi il 2 febbraio scorso, vi abbiamo introdotto le principali zone umide presenti in Maremma, e abbiamo parlato delle molteplici funzioni che svolgono.

Oggi vogliamo soffermarci a parlare della Biodiversità della laguna di Orbetello, e per farlo, ci rechiamo a Talamone, dove è ospitato l’Acquario della Laguna di Orbetello.

Grazie ad un allestimento corredato di vasche, pannelli illustrativi, video interattivi, vecchie foto ed attrezzature tradizionali, cerchiamo di capire qualcosa in più su questo affascinane ambiente, sulle creature che lo popolano e su come la presenza di questa inestimabile risorsa ha influenzato e influenza tutt’ora l’economa locale.

Le vasche dell’acquario ospitano le principali specie di fauna e flora presenti in laguna.

Le specie di pesci più comuni sono: anguille, cefali, spigole ed orate, mentre altre vasche espongono invertebrati quali echinodermi, molluschi e crostacei.

Gli organismi marini entrano in laguna grazie a dei canali che la collegano al mare aperto; all’interno trovano un ambiente sicuro per mangiare e riprodursi.

Pannelli illustrativi delle specie in laguna

Pannelli illustrativi delle specie in laguna

I pannelli illustrativi presenti nelle sale dell’Acquario permettono di approfondire in maniera semplice, ma esaustiva, diverse caratteristiche sia dell’ambiente lagunare, sia dell’ecologia delle specie presenti.

Semplici ricostruzioni in legno, “sfogliabili” come libri, ci guidano alla scoperta delle caratteristiche distintive di vari gruppi tassonomici, quali pesci, molluschi, echinodermi e crostacei.

Pannelli in legno "sfogliabili" come libri ci illustrano l'anatomia degli  organismi marini

Pannelli in legno “sfogliabili” come libri ci illustrano l’anatomia degli organismi marini

L’acquario dedica anche una sezione agli strumenti tradizionali per la pesca in laguna, praticata con imbarcazioni caratteristiche, nasse e reti speciali; pannelli fotografici ripercorrono l’evoluzione delle tecniche di pesca in laguna. Da sempre il naturale ingresso delle specie ittiche in laguna ha rappresentato una risorsa importantissima per lo sviluppo economicio della città di Orbetello, e questa naturale caratteristica ha determinato lo sviluppo anche di una tipica cultura gastronomica locale.

Pannello sulle tartarughe marine

Pannello sulle tartarughe marine

L’Acquario della Laguna ospita anche il Centro di Recupero Tartarughe marine e si occupa del recupero delle testuggini in difficoltà, della loro cura e della re-immissione nell’ambiente naturale.

L’Acquario della laguna è anche Centro Visite del Parco Regionale della maremma in quanto si trova nei pressi dell’ingresso ai sentieri che partono da Talamone

Per informazioni sull’Acquario della Laguna di Orbetello a Talamone:

Tel. 0564/887173
E-mail: centrovisite@parco-maremma.it

Annunci

2 pensieri su “A Talamone: l’Acquario della Laguna di Orbetello

  1. Pingback: Un tuffo nel Mare nostrum all’Acquario mediterraneo Argentario | Turismo in Maremma
  2. Pingback: Il Parco della maremma in estate! | Turismo in Maremma

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...