Il Museo Archeologico Polveriera Guzman

La Polveriera Guzman

La Polveriera Guzman

Dopo aver visitato alcun giorni fa il Museo Archeologico della vite e del vino di Scansano, continuiamo il nostro viaggio tra le bellezze dalla maremma antica visitando un altro piccolo, ma significativo Museo, il Museo Archeologico Polveriera Guzman ad Orbetello.

Collocato nella splendida cornice del lungolago, la polveriera Guzman è importante non solo per i reperti archeologici che espone, ma anche perché l’edificio stesso è testimonianza della passata dominazione spagnola della zona, che dal 1554 al 1801 era sotto il controllo dello  Stato dei Presidi

Al primo piano del Museo Archeologico Polveriera Guzman, trova posto il famosissimo gioiello dell’arte etrusca maremmana, il Frontone di Talamone, che attualmente si trova in Cile, dove è il protagonista della mostra “Dei ed Eroi dell’antichità”.

Il secondo piano del museo espone i principali reperti archeologici ritrovati  nel comune di Orbetello, a partire dalla preistoria, passando dal periodo Etrusco fino alla dominazione romana.

Le vetrine espongono in ordine cronologico e tematico bellissimi oggetti che testimoniano le vicissitudini storiche della zona.

Oggetti del simposio etrusco e ricostruzione della scena di un banchetto, alla quale partecipava anche la donna

Il bucchero, ceramica etrusca e ricostruzione della scena di un banchetto, al quale partecipava anche la donna

Tra i reperti più antichi, strumenti litici risalenti alla preistoria e vasi cinerari biconici risalenti all’età del ferro. La maggior parte dei reperti esposti risale al periodo etrusco, non manca la tipica ceramica nera, il bucchero, a testimonianza dell’importanza che la civiltà dava al simposio, il banchetto, al quale poteva partecipare anche la donna, ma anche oggetti personali in bronzo come unguentari, specchi riccamente decorati, fibule, spille, affibbiagli e gioielli in oro.

Orecchini in oro

Orecchini in oro

Le armi, gli elmi e moltissimi oggetti per la lavorazione della terra provengono del Tempio di Talamonaccio, nei pressi di Talamone.

Elmi etruschi

Elmi etruschi

Dal fondo del mare riemergono pressoché intatte anfore per il trasporto del vino e dell’olio, a testimoniare la fitta rete di scambi commerciali che ha visto, anche in passato,  i frutti della nostra terra apprezzati e consumati sulle tavole dei popoli di tutto il Mediterraneo.

Monete romane in esposizione

Monete romane in esposizione

Al periodo romano risalgono moltissime opere in ceramica, quali tegole e sculture, monete e decorazioni architettoniche in marmo.

Il Museo Archeologico Polveriera Guzman è perfetto per essere visitato da grandi e piccini, il materiali esposti, corredati di pannelli illustrativi ed esplicativi, rendono la visita interessante e mai scontata.

English Version

After having visited some days ago the Archaeological Museum of Vine and Wine in Scansano, we continue our journey and visit another small, though important museum, the Archaeological Museum Polveriera Guzman Orbetello.

Located in the beautiful setting of Orbetello lake-front, the Museum is important both for its collections and the  imposing building itself as it was built in 1692 during the Spanish domain that began in 1554 and ended in 1801, s called “Stato dei Presidi” (loosely The State of the Garrisons in English).

On the first floor of the Museum there is the famous Etruscan-Ellenic jewel: “Il Frontone di Talamone” the Pediment of Talamone representing the tragedy (Oedipodea) Seven against Thebes” concerning the battle between an Argive army led by Polynices and the army of Thebes led by Eteocles and his supporters.

The Pedimont is currently in Chile for the exhibition “Gods and heroes of antiquity”.

The second floor houses the most important archaeological finds in Orbetello, starting from prehistoric times, Etruscan age and the Roman domination.

The cabinets, filled with beautiful, objects are in chronological and thematic order to show the history of the region.

Among the oldest findings there are stone tools dating back to prehistoric times and biconical cinerary urns dating back to the Iron Age. Most of the exhibition is about the Etruscan Civilization, there is the typical black pottery, (bucchero) which was very important for symposium banquet, other items are: unguentaria in bronze, mirrors, buckles, brooches, affibbiagli (fasteners) and gold jewelery.

The weapons, battle helmets and many other items used for ploughing come from the Temple of Talamonaccio close of Talamone

There are many amphorae for transporting wine and olive oil, showing a rich trade in the Tyrrhenian sea; local olive and wine were well appreciated  all over the Mediterranean area.

Dating back to Roman time there are ceramics, such as tiles and sculptures, coins and architectural decorations in marble.

The Museum has a strong teaching and specialist bias. 

 

 

Annunci

Un pensiero su “Il Museo Archeologico Polveriera Guzman

  1. Pingback: Orbetello, il paese in mezzo all’acqua | Turismo in Maremma

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...