Mario Luzi protagonista dell’estate luziana a Semproniano

Semproniano

Semproniano

…volgiti e guarda il mondo come è diventato,

                                    poni mente a che cosa questo tempo ti richiede

                                                                                M. Luzi, Nel Magma (1963)

Mario Luzi, per anni candidato al premio nobel, nel 2004 è stato nominato Senatore a vita della Repubblica Italiana.

Nato a Sesto Fiorentino nel 1914 da genitori originari di ‘Samprugnano’ nella zona del Monte Amiata.

A Samprugnano Mario passerà le vacanze fino al 1940. Insieme con il borgo di Castello vicino a Sesto Fiorentino, Samprugnano è per lui luogo di ispirazione, legato a una cultura agricola, del villaggio e soprattutto legato alla madre, Margherita Papini.

Luzi è stato pressoché‚ subito riconosciuto: la sua era un”immagine esemplare’ -secondo una famosa definizione di Carlo Bo- già nel 1940, quando il poeta non ancora ventiseienne viveva in quella capitale della letteratura italiana che era la Firenze degli anni trenta, la città allora di Montale, Gadda, Palazzeschi, Vittorini, Gatto, Pratolini e altri. Il precoce riconoscimento comportò anche un’etichetta – Luzi poeta ermetico, anzi il poeta ermetico per antonomasia – che, mai respinta dal poeta fedele alla propria giovinezza, si è sempre più mostrata limitante e inadeguata. La vastità dell’opera luziana fa sì che egli sia un poeta plurimo come pochi e che sia emblematico di stagioni tra loro diverse…..È la stagione poetica che, dopo la svolta di Nel magma, fa la grandezza del Luzi di tardo Novecento, poeta della ‘pienezza’ -per usare un’espressione di Giovanni Giudici-. E va riconosciuto il coraggio di una poesia che, per quanto allarmata dal nefando della storia, dice un raro -o forse unico- ‘sì’  a una vita naturale (Stefano Verdino, in ‘Italica’, www.italica.rai.it).

Mario Luzi è scomparso all’età di novant’anni nel febbraio 2005.

pesia.blog.rainews.it

pesia.blog.rainews.it

L’amministrazione comunale di Semproniano sta preparando l’estate luziana, un evento corale, che si realizzerà nel mese di agosto e che vedrà coinvolta la popolazione del paese, con letture di poesie di Mario Luzi e si svolgerà nell’antico borgo di Semproniano.

Semproniano

Semproniano

 

Di notte un paese

Il più lieto del crocchio, quel bambino

che se ne stacca ad ali tese e stride,

ebbro, torno torno alla piazza del borgo . . .

Saranno sì e no quattro persone che s’avvedono della sua letizia.

Parlano giù nel buio.  Parlano nelle vie, nelle rivendite.

Seguono sotto la lanterna un lungo ragionamento che non fa una grinza.

È la storia, la storia millenaria

di gioie e di tribolazioni, fonda

quanto è fondo lo sgocciolio e il rimbalzo

dei secoli nei secoli, che usa

parole, di continuo le corrompe

e le rinnova da corrotte sante

sulle labbra di  non importa chi,

fossi anche io che segno queste note

trattenendo il respiro, ad ora tarda.

 

 


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...