Marcello Baraghini; la vita si scrive, di nuovo.

pitigliano

Pitigliano

Succede a volte, di vedere una nebbia bianca e compatta salire dal basso ed avvolgere interamente, come un manto protettivo, l’imponente masso tufaceo sul quale Pitigliano si erge.  Il paese così, sembra emergere dal buio come privo di sostegno, e la sagoma dello scoglio con le sue case arroccate, assume la forma di un antico vascello. Un vascello solitario, che naviga  nella notte. Tante sono le cose belle da scoprire a Pitigliano, ma nel suo antico borgo è bello incontrare la gente, vedere le faccie delle persone che qui vivono. Un luogo è fatto dai suoi abitanti, un luogo è il contenitore delle leggende, delle storie che vengono scritte ogni giorno, tracciando la trama più intima. Nel borgo di Pitigliano, in Via Zuccarelli  c’è una libreria. Sopra la porta si legge “Associazione Strade Bianche”, come quelle non asfaltate percorse da esploratori, briganti, guerrieri. Seduto davanti alla scrivania,  intento a scrivere, c’è Marcello Bargaghini.

Marcello Baraghini

Marcello Baraghini

Un uomo particolare, un editore rivoluzionario che è stato capace negli anni 70′,  di sconvolgere  tutto il mercato editoriale, presentando con la Casa Editrice Stampa Alternativa, di cui fu editore e fondatore, una collana di libri a “Millelire”, sdoganando così la Cultura dei best seller. Negli anni 90′  la Casa Editrice ” Stampa Alternativa” arrivò a vendere  circa 20 milioni di copie dei piccoli e  privi di orpelli libri a Millelire.

Marcello Baraghini  vuole conservare viva la memoria della Maremma, dove vive dal 1976, in un casale in pietra nelle campagne a “Elmo”, tra Pitigliano, Sorano e Sovana. Si arriva alla sua casa camminando su  “strade bianche”, come nome dell’associazione che qui ha creato,  dove la cultura viene c0-costruita con scrittori, artisti, artigiani e artigiani riciclatori.

foto denci  2013

foto Denci mostra Carlo Fe’ 2013

In Maremma, Marcello Baraghini continuando a stampare libri denuncia , a fare dibattiti, ha organizzato e gestito 13 Festival di Letteratura Indipendente,  per dare voce a chi voce non ha. Nel 2013 a Pitigliano il Festival era una Piazza libera tutti, con uno spazio creativo riservato ai bambini, agli artigiani riciclatori, ai poeti carcerati, e alla memoria del posto attravero una mostra di opere di A.Denci, curata dal fotografo Carlo Fe’. A Sorano ha organizzato mostre mercato dedicando sempre attenzione ai  bambini (per loro giocoleria, giocolieri e laboratori creativi) e inaugurando  spazi espositivi  come  il Cortilone, uno dei tanti gioielli del paese .

 

 

 

English Version

There are many things to be discovered in Pitigliano, first of all its inhabitants as a place is made up of its own people, its legends, its stories that are written everyday, with an intriguing plot.

In Via Zuccarelli there is a book-shop. There is a sign on the porch saying “Associazione Strade Bianche” (Dirty roads Associations)  the same name as the  dirty roads once walked by  warriors, outlaws and  adventurers.
Writing behind its desks we find Marcello Baraghini.
A peculiar man, a revolutionary editor, who, in the 70’s  shook up the whole editorial market presenting a book series called “Millelire” (a Thousand lire) with his own publishing company called “Casa Editrice Stampa Alternativa” (Alternative Print Publishing). In the 90’s he sold more than twenty millions copies of his no frills books at he cost of  “mille lire” (around fifty Euro cents nowadays).

Marcello Barghini lives in a farm in the countryside of Elmo di Sorano since 1976.  We get to his house walking on “dirty roads” as his own publishing firm. He wants to keep the traditions of Maremma alive together with other fellows writers, artists and artisans.

Marcello Baraghini still prints its own work, organizes meetings and festivals such as The Independent Literature Festival at its 13th edition to give voice to the unknown.

The last year Festival edition in Pitigliano was organized in a square open to all. With a children playground, artists working with recycling materials, poets doing time, an art exhibition of artist A. Denci curated by photographer Carlo Fè.
Baraghini has also organized market fairs with particular attention to children. He has also opened some exhibition areas such as the Cortilone, one of the many “Jewels ” of Sorano

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...